perchè un alternativa ??

Wordpress diventa ogni giorno un sowftware più corposo, complesso e articolato, un blogger alle prime armi potrebbe desiderare uno strumento semplice e veloce… o semplicemente diverso.

Per una persona che inizia la propria attività di blogger potrebbe essere vantaggioso iniziare a lavorare su una piattaforma più snella e lineare.

Alternarive

jekyll

Requisiti

Di base questo software richiede l’interprete ruby e un server web, questi due componenti non devono per forza risiedere sulla stessa macchina.

I requisiti riportati dalla documentazione di installazione sono :

  • GNU/Linux, Unix, o macOS
  • Ruby ( 2.1 o superiore )

per jekyll 2

  • Node js
  • python 2.7

se lo si vuole compilare

  • make, gcc

Impressione

Ottima, questo strumento permette di creare velocemente siti statici e può essere integrato facilmente con tecnologie per il controllo di versione ( quali git, svn … ) per gestire in maniera automatizzata il deploy.

textpattern

Requisiti

Secondo la documentazione sembra che sia necessessario :

  • server MySQL
  • server web

Impressione

Il progetto è comunity driven e il codice è ospitato su github, al momento della stesura di questo articolo sembra che questo sia un progetto vivo.

Ho provato la demo disponibile online, l’impressione che mi ha dato è stata quella di uno strumento semplice e immediato, l’interfaccia di gestione appare intuitiva e immediata. Usandola non mi sono sentito

joomla

Requisiti

  • server linux
  • database Mysql
  • PHP 5.3.10 ( o superiore )

Impressione

Questo è un buon software simile a wordpress, ha una comunità ampia e una buona dose di plugin e e temi.

drupal

Requisiti

  • Apache
  • MySQL 4.1 o PostgreSql
  • Php 5.2.3

Impressione

** work in progress **

cmsms

Requisiti

  • un server LAMP aggiornato
  • richiede funzioni php disabilitate di default su ubuntu

Impressione

Scaricato e scompattato l’installer… alla fine lo script incappa in un errore senza spiegare cosa vada storto -.-.

ghost

Requisiti

  • Ubuntu 16.04
  • MySQL
  • NGINX
  • Systemd
  • Node v6 installato via NodeSource
  • almeno 1GB di RAM (swap può andare bene)
  • Un utente non-root per eseguire i comandi di ghost

Impressione

Leggendo la documentazione è chiaro che non apprezzano chi lo hosta da se il server